FAQ - Rimborsi spese

D: Nei casi di rimborsi cosa devo allegare?
R: Per permettere la verifica della conformità della richiesta di rimborso, ci occorrono:

  • i giustificativi della spesa sostenuta con l’indicazione dei dati anagrafici del familiare per il quale è stata sostenuta;
  • il documento comprovante il pagamento.
  • per i documenti fiscali di importo superiore a € 77,47 è necessaria la marca da bollo (€ 2), a meno che: l’importo sia già comprensivo di IVA o l’istituto/soggetto sia esente (art. 17 D.Lgs. 446/1997). In tal caso, deve essere espressamente indicato nel documento.

D: Che data deve riportare il documento di cui chiedo il rimborso?
R: Puoi richiedere il rimborso per le spese sostenute nello stesso anno di compilazione della richiesta o riferite all’anno precedente purché già non rimborsate attraverso il 730.

D. Dove e quando riceverò le somme dei rimborsi che ho chiesto?
R: Le domande di rimborso validate saranno trasmesse mensilmente alla tua azienda che provvederà ad inserirle nella busta paga il mese successivo alla richiesta (eventuali deroghe potrebbero essere state comunicate dalla tua azienda in fase di avvio del piano).

D: Se la mia richiesta di rimborso viene rifiutata cosa accade?
R: Riceverai una mail contenente la motivazione del rifiuto e gli eventuali suggerimenti per riproporla in maniera corretta. La somma della richiesta rifiutata verrà automaticamente riaccreditata nel tuo conto welfare.

D: La mia richiesta deve riportare la stessa cifra della fattura di cui chiedo il rimborso?
R: No, la richiesta può riportare un importo pari o anche inferiore a quello della fattura. Verranno riaccreditate in busta paga solo le somme a disposizione nel conto welfare.

D: Le spese rimborsate tramite la piattaforma possono essere inserite nel 730/Certificazione Unica?
R: Non è possibile portare in detrazione le spese rimborsate tramite la conversione del Credito Welfare. E’ possibile inserire solamente la differenza nel caso in cui la spesa sia superiore alla disponibilità del Credito Welfare (ad esempio, se si sostengono spese, al netto dei rimborsi per 630 euro nell’anno e il rimborso tramite conversione del Credito Welfare è pari a 200 euro, si potranno detrarre solo 430 euro)

APPROFONDIMENTI SUI DOCUMENTI DA PORTARE A RIMBORSO:

  • Per i rimborsi di testi scolastici occorrono l’elenco dei testi richiesti dalla scuola e il giustificativo di pagamento effettuato. Nel caso di testi universitari dovrà essere presentata la copia dell’iscrizione.
  • Per i rimborsi di spese per l’iscrizione e la frequenza agli istituti scolastici occorrono i giustificativi (fattura, ricevuta, bollettino, mav.) e il documento comprovante il pagamento.
  • Per i rimborsi di spese per baby sitter, campus e ludoteche occorrono i giustificativi (fattura, ricevuta, bollettino) e il documento comprovante il pagamento.
  • Per i rimborsi di spese per la mobilità occorrono la comprova dell’abbonamento acquistato e il documento comprovante il pagamento.
  • Per i rimborsi delle spese sostenute per il supporto dei familiari anziani o non autosufficienti occorrono i giustificativi comprovante la tipologia di spesa sostenuta (rette di degenza in strutture, fatture delle badanti, fatture per degenza in strutture sanitarie residenziali...) e il pagamento effettuato. I documenti devono riportare i dati anagrafici del familiare per il quale è stata sostenuta la spesa.